Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Belforte all'Isauro

È situato nell'alta valle del Foglia; al confine con la Toscana, isolato su uno lungo sperone di roccia tra il greto dei torrenti Isauro e Fossato, prima dello loro confluenza nel fiume maggiore.
Castello di origini alto medievali, ha una storia che è tutto un alternarsi di domini diversi. Appartenuto in origine all'antica pieve di S.Lorenzo in Foglia (sec. VIII), col nome di Castrum Belfortis fece poi parte della Massa Trabaria sino al 1329 quando venne recuperato dalla Chiesa per ordine di Papa Giovanni XXII. Nel 1390 fu infeudato da Papa Bonifacio IX ai conti di Montefeltro per essere infine assegnato, dopo una breve dominazione malatestiana, a Guidantonio da Montefeltro, vicario della Chiesa per la Massa Trabaria. Seguì poi la vicende dei domini montefeltreschi e rovereschi fino alla devoluzione del ducato di Urbino (1631). La sua denominazione gli deriva dalla famiglia dei baroni tedeschi Beaufort. Un toponimo cui venne aggiunto solo dopo il 1862 l'indicazione geografica 'all'Isauro'. All'ingresso del paese è la chiesa parrocchiale di S.Lorenzo nel cui interno sono conservati una tela di scuola baroccesca ("S.Francesco stimmatizzato") e un Crocefisso ritenuto miracoloso. Sul fianco della stessa si apre un giardino pubblico con una moderna fontana del noto scultore torinese Franco Assetto. Uno stretto ponte dà accesso alla massiccia costruzione dell'antico castello, articolato su tre piani e fortemente condizionato dal luogo su cui è stato edificato.
A 11 km da Belforte, già in territorio toscano, merita una visita il piccolo borgo di Sestino dove sorge un'interessante chiesa romanica del sec. XII.

Scopri - Belforte all'Isauro

Indirizzo

Comune di Belforte all'Isaurowww.comune.belforte.pu.it 61020 Belforte all'Isauro

Belforte all'Isauro

La storia del castello di Belforte all'Isauro pubblicata su BIOARCHITETTURA@ n.76 di Ottobre 2012. Scarica allegato (pdf, 1 MB)

Esplora i contenuti

Copyright © 2018 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Cookie Policy