Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Macerata Feltria

Sorge fra le colline che separano l'alta valle del Foglia da quella del Conca, a 51 km da Pesaro, circondata da un ameno paesaggio di campi coltivati e macchie arboree.
Nelle vicinanze dell'odierno abitato sorse un tempo il municipio romano di Pitinum Pisaurense di cui sono affiorati numerosi reperti (lapidi, cippi, monete, tombe e anche resti di edifici) costituenti oggi il nucleo base dell'Antiquarium, comprendente anche una sezione paleontologica. Sull'area del municipio distrutto dai Goti intorno all'anno 552, sorse nell'alto medioevo la Pieve di S.Cassiano, ricostruita nelle forme attuali nel sec. XII, con impianto basilicale a tre navate e numerosi frammenti provenienti dalla costruzione precedente. Il nuovo nucleo abitato fu ricostruito in forma di 'castello' fortificato sul colle più vicino, a ridosso della valle del torrente Apsa. Nel 1233 gli uomini 'liberi' del luogo giurarono fedeltà al comune di Rimini a cui rimasero fedeli per tutto il basso medioevo, così che per molti anni il castello fu retto dalla famiglia Gaboardi con il ruolo di Capitani del comune riminese. Fu in quegli anni che sorsero il ricordato Palazzo del Podestà con relativa alta torre e, a ridosso del castello, la chiesa di S.Francesco (1376) per la quale fu dipinto il pregevole "Crocefisso" dipinto da Carlo da Camerino nel 1396 e trasferito oggi nell'ottocentesca parrocchiale di S.Michele Arcangelo. Coinvolta nelle lotte tra Sigismondo Malatesta e Federico da Montefeltro, Macerata fu definitivamente occupata da quest'ultimo nel 1463, staccandosi dal territorio romagnolo ed entrando a far parte del ducato di Urbino. Fu in quest'ultimo periodo che venne ampliato il borgo sull'area del vecchio mercato, seguendo le nuove concezioni urbanistiche rinascimentali, mentre si provvedeva a far ristrutturare da Francesco di Giorgio Martini le fortificazioni di Mondagano e Cergnano. Edifici degni di nota sono il convento di S.Chiara, l'oratorio di S.Giuseppe, la chiesa di S.Antonio e i palazzi Mazzoli, Gentili-Belli e Antimi-Clari con relativa cappella gentilizia. Costruzione relativamente moderna (1932) è invece il Teatro "Angelo Battelli" che dispone di una graziosa sala a palchetti.
Macerata Feltria è oggi anche sede delle 'Pitinum Thermae', moderno stabilimento termale in cui vengono sfruttate, grazie ad adeguate strutture ricettive, le proprietà terapeutiche delle acque sulfuree che sgorgano sul posto.

Scopri - Macerata Feltria

Indirizzo

Comune di Macerata Feltriawww.comune.maceratafeltria.pu.it 61023 Macerata Feltria
Copyright © 2018 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Cookie Policy