Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Fondazione Pescheria Centro arti visive

Sede e descrizione delle raccolte

Il Centro Arti Visive Pescheria è l'Istituzione comunale nata nel 1996 da un'idea del professor Loreno Sguanci - primo direttore artistico - condivisa dall'Amministrazione Comunale, con l'intento di promuovere l'arte contemporanea e stimolare il dibattito culturale e artistico a Pesaro.
Una sfida coraggiosa e una vera e propria metamorfosi culturale imposta alla città, a partire dalla scelta di trasformare Pescheria, il vecchio mercato del pesce, in spazio espositivo per le espressioni artistiche d'avanguardia.

Nel 2001 subentra Ludovico Pratesi alla direzione artistica, nel contempo il Centro Arti Visive si arricchisce di un nuovo spazio espositivo, si tratta della Chiesa del Suffragio, l'edificio religioso del Seicento, da tempo sconsacrato, a pianta dodecagonale annesso all'ampio loggiato. La possibilità di poter usufruire di questi due ambienti espositivi adiacenti, ma con caratteristiche strutturali ed architettoniche differenti ha permesso al centro di ampliare la programmazione anche ad artisti internazionali, invitati a realizzare progetti espositivi creati appositamente per il luogo.

Tra le grandi mostre realizzate ricordiamo: Ivan Theimer con "La pesca di Tobiolo" (2000), Enzo Cucchi con la personale "Quadri al Buio sul Mare Adriatico" (2001), Stefano Arienti con "Oggi Sposi" (2003), Vedovamazzei (2003), Giuseppe Penone con "Paesaggi del cervello" (2003), Nanni Valentini con "Scolpire la Terra" (2005) e Tony Cragg protagonista di "Nothing but material" (2006), Alfredo Pirri, Candida Hofer, la Collezione Giuliani (2007), la personale di Gianni Caravaggio e la grande mostra "Scipione, Licini e Cucchi" (2008).
Non meno importante è stata l'iniziativa "W LO SPAC" realizzata con la collaborazione della Provincia di Pesaro e Urbino, a cura di Renato Barilli (2004), iniziativa che ha promosso e valorizzato le infinite potenzialità creative insite nella rete museale del Sistema Provinciale Arte Contemporanea.
Il Centro inoltre, ha favorito la conoscenza del collezionismo d'impresa, in tal senso ricordiamo la mostra "Vis à Vis"- la Collezione Unicredit, a cura di Walter Guadagnini e Ludovico Pratesi (2006).

La Pescheria inoltre è impegnata nell'attività di divulgazione dell'Arte Contemporanea, attraverso cicli d'incontri e conferenze, curate da Ludovico Pratesi, attuale direttore del Centro, dedicate alla Storia dell'Arte del Novecento ad oggi, tra cui i diversi aspetti strutturali: dai musei al mercato, dal collezionismo alle diverse tematiche affrontate dagli artisti di ieri e di oggi. Un'attività che definisce il Centro come una struttura capace di abbinare l'attività espositiva a quella promozionale e didattica, fondamentale per la crescita di uno spazio espositivo moderno e funzionale.

La didattica è curata dal LEDA (Laboratorio Educational Department Accademia delle Belle Arti di Urbino) di Antonella Micaletti, il laboratorio inaugurato nel 2008 è allestito all'interno degli spazi del Centro e fornisce al pubblico più giovane uno strumento utile alla comprensione dell'Arte Contemporanea.

Infine, la Pescheria è annoverata tra i Centri d'avanguardia dell'AMACI (Associazione Musei Arte Contemporanea Italiani): un riconoscimento del ruolo di eccellenza dell'Istituzione Comunale ai vertici della modernità del nostro Paese.

Indirizzo

Orario di apertura

Il museo è momentaneamente chiuso per lavori di ristrutturazione.

Ingresso

Gratuito

Altri contatti

Telefono

0721/387651

0721/387654

Fax

0721/387652

Bibliografia

  • A. Bianchini, L. Gorgolini, D.Pela, D.Sacco, Panorami di Cultura nella Provincia di Pesaro e Urbino, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (MI), 2004
  • AA.VV. I Musei delle Marche. Guide Skira, a cura di M.Paraventi, Skira Editore, Milano, 2008
  • AA.VV. Spac, Sistema Provinciale Arte Contemporanea, a cura di Antonella Pompilio, Arti Grafiche Stibu, Urbania (PU), 2009
Copyright © 2019 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Privacy Policy