Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Liceo Scientifico Marconi - Raccolta di Opere Grafiche "Gerardo Sani"

Cenni storici

Le ragioni che hanno dato vita alla raccolta di opere grafiche esposte nei corridoi e negli spazi comuni del Liceo Scientifico hanno un prologo che si colloca nel periodo della presidenza dell’Istituto affidata al prof. Gerardo Sani (dal 1965 al 1989) il quale, alle calcografie ottocentesche già presenti tra i beni della scuola, acquisì una ventina di opere grafiche di alcuni maestri urbinati.  Dopo molti anni la passione e la volontà di due docenti Claudio Cesarini ed Enrico Capodaglio, con il sostegno del preside Gustavo Ferretti, hanno dato un seguito a quel primo nucleo che si è notevolmente ampliato.

Sede e descrizione delle raccolte

Ivan Graziani, Volo Bellico, acquaforte acquatinta
Carlo Ceci, litografia
Bruno D'Arcevia, acquaforte

Con ritmo esponenziale le opere sono state meticolosamente raccolte, cercate, richieste, con una attenzione a ricostruire la presenza e la produzione artistica dei molti maestri che sul territorio, ma nello specifico in Urbino, hanno dato lustro alla Scuola del Libro e formato alle tecniche dell’incisione intere generazioni di artisti. *Dicono i curatori “La dimensione della raccolta, interamente frutto di donazioni, sta diventando sempre più interessante, per il valore delle incisioni e per la concentrazione delle diverse personalità… L’esposizione è il punto di arrivo di un lavoro … ma speriamo sia anche l’inizio di una più ampia campionatura dell’arte grafica.”

Oggi le oltre 400 opere esposte si possono ammirare attraverso un vero e proprio percorso museale permanente, nei corridoi, nell’aula magna, nei notevoli spazi comuni che l’architettura dell’edificio offre. La presenza delle opere fa acquisire all’edificio, progettato dall’architetto Carlo Aymonino e realizzato tra il 1974-1978, un valore architettonico ancora maggiore degli spazi interni.
Quindi definire il Liceo Scuola/Museo non è una forzatura, ma una realtà che merita di essere visitata.

*Dice Carlo Ceci della collezione “Raccogliere amorevolmente opere incise, ordinarle in un percorso espositivo che ha la particolarità di essere permanente, non è un impegno né facile, né sbrigativo, ma richiede un alto grado di responsabilità, reclama una particolare sensibilità, esige una rara dedizione, perché ogni qual volta l’incisione fa la sua comparsa è fondamentale adempiere ad una necessità che altre forme d’espressione non reclamano o trascurano; si tratta di restituire ad essa ciò che più le appartiene, la possibilità del proprio procedimento e cammino. Rimanere quanto più fedeli a questo richiamo silenzioso è compito difficile, reso ancora più problematico dalla consapevolezza che qualcosa ha luogo quando delle incisioni vengono accostate, un dialogo segreto si inscena, un linguaggio si pensa, parla, si esprime.”

La collezione è sicuramente la più vasta esposizione di incisioni d’arte presente sul nostro territorio. Alla quantità di opere si deve aggiungere che il lavoro di ricerca è stato attento a comporre un quadro delle presenze artistiche, dai maestri della scuola dell’incisione, ai tanti artisti che nelle nostre botteghe di incisione hanno creato i loro lavori. Solo per citarne alcuni tra i circa 150 artisti presenti: Giorgio Antinori, Giorgio Bompadre, Leonardo Castellani, Giò Pomodoro, Bruno Baratti, Carlo Ceci, Bruno d’Arcevia….

Il lavoro di recupero di incisioni ad opera del direttore scientifico Claudio Cesarini, già insegnante del Liceo, ma soprattutto artista a sua volta, continua con l’intento di creare una mappatura dell’incisione d’arte non solo del nostro territorio, ma aperto alle acquisizioni delle produzioni anche straniere.

Il Liceo Scientifico - Scuola /Museo ha tra i primi fruitori gli studenti che quotidianamente frequentano questi spazi, imparano che l’accesso all’arte è sempre possibile, che questa ha funzione educativa in quanto stimola la creatività e può offrire a chi le cerca risposte che avranno peso nella formazione personale.
La Scuola apre il proprio Museo anche a chiunque è interessato a visitarlo, una esperienza non usuale per chi è abituato a frequentare i musei convenzionali, ma che sicuramente ne apprezzerà la portata.

Bibliografia

  • Una raccolta per caso: La collezione d'arte nel Liceo Scientifico "Marconi" di Pesaro, a cura di Claudio Cesarini, Metauro edizioni, 2006

Indirizzo

Liceo Scientifico Marconi - Raccolta di Opere Grafiche "Gerardo Sani"www.lsmarconi.it Via Nanterre, 10 61122 Pesaro Tel. 0721/453136

Orario di apertura

Tutti i giorni feriali dell’anno: 8.00-14.00

settembre-giugno:
da lunedi a giovedi 8.00-18.30
venerdì e sabato 8.00-14.00

Ingresso

Gratuito
È opportuno che il visitatore segnali la propria presenza al personale scolastico per usufruire di una visita guidata e per accedere a tutte le aule espositive

Altri contatti

Telefono

0721/453136 (Liceo Scientifico Marconi)

Fax

0721/414254 (Liceo Scientifico Marconi)

Copyright © 2018 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Privacy Policy