Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Museo della Marineria Washington Patrignani_Pesaro

Il Museo del Mare nasce nel 1988 a Villa Molaroni, come risultato del lungo e appassionato impegno di Washington Patrignani (1915-1999), studioso di storia e tecnica navali che raccoglie per un'intera vita oggetti da marinai, pescatori e 'portolotti' cui unisce 'pezzi' della sua personale collezione.

La sua idea è quella di dar vita a un museo della civiltà marinara che ne illustri la vita quotidiana e il lavoro dei cantieri attraverso gli attrezzi, gli abiti, i trabaccoli e le tante immagini che ritraggono la gente di mare. All’epoca sono molti i pesaresi che lo affiancano nel progetto: Renato Bertini, Umberto Spadoni, Floro e Gaetano Gennari, Giuseppe Ortolani, Paolo Pompei, Dino Rondolini.

Chiuso al pubblico a metà degli anni Novanta, è stato restituito alla città nel 2007 con la nuova denominazione di ‘Museo della Marineria Washington Patrignani_Pesaro’ in onore del suo fondatore. La riapertura è il risultato della convenzione sottoscritta nel 2003 tra il Comune e la società Renco che gestiscono insieme questo museo comunale.

Continuando nella impostazione già tracciata dal suo fondatore, il museo offre oggi un percorso conoscitivo sulla cultura del mare attraverso l’esposizione di documenti materiali letti e interpretati attraverso le fonti archivistiche dei secoli XV-XVIII. Proprio da qui si ricavano informazioni preziose per scoprire i caratteri originali della marineria pesarese e recuperare il complesso di usi e costumi sopravvissuti fino ai nostri giorni.

Percorso espositivo

L’itinerario di visita si sviluppa secondo alcune scelte tematiche cui sono stati dedicati gli spazi espositivi:

  • Colori e simboli degli ornamenti delle barche
  • Ancore
  • Polene
  • La nave di Novilara
  • La città dei mercanti
  • Relitti e naufragi
  • Tipi navali
  • Le arti del porto
  • Antiche e nuove maniere di pescare
  • Maestri d’ascia e cantieri

Villa Molaroni

Fatta costruire da Giuseppe Molaroni nel 1924, la villa era al centro di un grande parco in gran parte abbattuto tra il 1950 e il 1960 per far posto ai condomini della zona; oggi il verde occupa una superficie di 8.000 metri circa. La villa si articola su tre livelli ed è arricchita da colonne, archi, scalinate, ampi terrazzi e verande panoramiche. Sono pregevoli anche gli infissi di finestre e porte, tutti in legno di rovere proveniente dalla Slovenia, dove la famiglia Molaroni possedeva numerosi terreni.

Nel 1976 l'Amministrazione Comunale diviene proprietaria dell'edificio e dal 1988 vi ospita il Museo del Mare che rimane in funzione fino a metà degli anni ‘90. Nel 2002, ormai in attesa di ristrutturazione, villa e museo vengono chiusi al pubblico. In seguito alla sottoscrizione della convenzione tra Comune e Renco nel 2003, la villa viene restaurata e presentata alla città nel suo nuovo assetto nell’aprile 2007.

Indirizzo

Museo della Marineria "Washington Patrignani"http://www.museomarineriapesaro.it/index.php/it/ Viale Pola, 9,
c/o Villa Molaroni
61121 Pesaro
Tel. 0721.35588 Fax 0721-35588

Orario di apertura

ottobre - maggio: dal martedì al giovedì: 9.30 - 12.30; venerdì, sabato, domenica e festivi 16-19

giugno-settembre: martedì, mercoledì, giovedì 8.30-12.30; venerdì, sabato, domenica e festivi 16.00 - 19.00

chiusure annuali: 1 gennaio, 25 dicembre 


Ingresso

gratuito

Altri contatti

https://www.facebook.com/museo.pesaro/

Tipologia

Museo Etnoantropologico

Bibliografia

A. Bianchini, L. Gorgolini, D.Pela, D.Sacco, Panorami di Cultura nella Provincia di Pesaro e Urbino, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (MI), 2004

Copyright © 2019 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Privacy Policy