Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Villa Imperiale

Sede e descrizione delle raccolte

La Villa Imperiale di Pesaro è considerata una delle opere più sorprendenti del Rinascimento italiano, sorge a pochi chilometri da Pesaro, immersa nel paesaggio del Parco Naturale del Colle del San Bartolo.
La Villa è composta da due costruzioni diverse tra loro: la prima risale al dominio degli Sforza, nel 1400, la seconda risale alla famiglia della Rovere nel 1500.
Villa Imperiale deve il suo nome a un avvenimento storico che ebbe luogo nel 1452: l’imperatore Federico III sostò a Pesaro da Alessandro Sforza, committente della villa, che lo invitò a vedere il sito su cui intendeva erigere la sua residenza. L'imperatore ne pose la prima pietra e da quel momento la villa prese il nome di Imperiale.
La costruzione fu ultimata nel 1469, come ricorda l’iscrizione posta sul portale d’ingresso, affiancata dall’insegna dello scudo con le aquile imperiali. La parte sforzesca presenta tutti i caratteri della villa di campagna del Quattrocento. Ne rimane traccia nell'alta torre, il vestibolo, una vera da pozzo con lo stemma della famiglia e parte del vasto cortile porticato, il vero centro del palazzo. 
La parte più sorprendente della Villa è quella progettata nel 1523 dall'architetto urbinate Girolamo Genga per volontà del Duca di Urbino, Francesco Maria I della Rovere e della moglie Leonoro Gonzaga. Con i duchi Pesaro diventa la capitale del Ducato e prenderanno il via una serie di importanti lavori, tra cui il completamento di Villa Imperiale.
I lavori iniziano nel 1528: Girolamo Genga restaura la  costruzione Quattrocentesca, in cui prevede un ciclo di affreschi realizzato da Francesco Menzocchi, Raffaellino del Colle, Camillo Mantovano e i fratelli Dossi e progetta l’ala nuova. La parte nuova è adagiata sul colle grazie a un sistema di terrazzamenti e presenta, infatti, una predominanza di spazi aperti: logge, giardini e cortili, luoghi ideali per gli otia dei duchi e dei loro ospiti. Nel 1534 i lavori nei due appartamenti dei Duchi si concludono, anche se l'edificazione della nuova villa non fu mai di fatto completata.

Con la devoluzione del Ducato di Urbino allo Stato della Chiesa, dopo la morte dell'ultimo Duca, nel 1631, Villa Imperiale vive un periodo di abbandono, fino al 1763, quando diviene rifugio per i gesuiti spagnoli e portoghesi in esilio. In questo periodo la Villa subisce un forte deturpamento: scompaiono molte decorazioni; sale e logge divengono celle e oratori; vengono murate le altane e costruito un nuovo piano sulle terrazze.
Nel 1777 il principe Orazio Albani ottiene la villa in enfiteusi perpetua da Pio VI, ma i gesuiti vi rimangono fino alla fine del secolo. La famiglia Castelbarco Albani inizia i restauri nella seconda metà dell’Ottocento: le sale affrescate sono in quest’occasione largamente ridipinte dal pittore Giuseppe Gennari.
Solo dai primi anni del Novecento ci furono dei lavori di restauro per riportare alla luce le strutture originali della costruzione, con l’eliminazione di tutte le sovrastrutture create dai monaci gesuiti e il ripristino delle parti andate in rovina, come ricorda l’iscrizione che corre lungo l’avancorpo dell’ala nuova.
L'ultima fase dei lavori avviene a partire dal 1945, per volere dei conti Archinta e Guglielmo Castelbarco Albani, in collaborazione con il Gabinetto dei Restauri di Firenze e la Sovrintendenza, vengono effettuati i restauri degli affreschi che riportano le pitture all’aspetto originario eliminando gli interventi ottocenteschi di Gennari.
La Villa è tuttora di proprietà della famiglia Castelbarco Albani che mantiene viva la sua originaria vocazione per l’accoglienza e l’ospitalità.

Attività

La struttura è usata per eventi privati quali banqueting e cerimonie

Cataloghi

Indirizzo

Villa Imperialehttp://www.villaimperialepesaro.com Strada San Bartolo 63, 61121 Pesaro PU Tel. +39.338.2629372

Orario Apertura

Apertura al pubblico durante la stagione estiva, da giugno a settembre, il mercoledì, previa prenotazione.
Le visite sono gestite da Isairon, Guide Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino.
Info: 3382629372
Web: www.isairon.it
Mail: Info@isaioron.it


 

Ingresso

Ingresso su prenotazione

Altri contatti

iat.pesaro@regione.marche.it  
http://www.turismo.pesarourbino.it
0721.69341 0721.23602

https://it-it.facebook.com/pages/Villa-Imperiale-Pesaro/251820431517852

Tipologia

Museo Artistico, Villa storica

Bibliografia

Copyright © 2019 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Privacy Policy