Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Rocca Malatestiana

Situata all'estremità nord-orientale dell'antica cinta muraria, aveva al suo vertice angolare un'imponente torre di vedetta, il Mastio, vittima della barbarie degli uomini in guerra (1944).

Alle massicce fondamenta della superstite base scarpata si riallaccia oggi quanto resta dell'antico camminamento merlato che corrisponde verso l'interno all'area occupata dalla cosiddetta Rocchetta.

Certamente, questa, è la parte più antica del fortilizio, sorta sui resti di opere di difesa romane e medioevali e risalente all'intervento edificatorio iniziato per ordine di Sigismondo Malatesta in concomitanza con il sopralluogo di Filippo Brunelleschi alle fortificazioni dello stato malatestiano: sopralluogo effettuato tra l'agosto e l'ottobre del 1438. I documenti noti testimoniano comunque che ad occuparsi dei lavori fu l'architetto Matteo Nuti con il fratello Giovanni e con Cristoforo Foschi e che detti lavori si conclusero nel 1452 con l'erezione del ricordato Mastio.

La costruzione subì poi, in relazione al mutare delle esigenze difensive, adattamenti e modificazioni, mantenendo peraltro nel suo complesso la fisionomia originaria di ampio quadrilatero fortificato, delimitato da cortine scarpate e robusti torrioni angolari.

Un doppio ponte levatoio munito di rivellino permetteva di superare il fossato e di accedere al vasto cortile, delimitato dai muri di sostegno dei camminamenti e dal basso fabbricato che sul lato orientale ospitava le celle e la piccola cappella.

Più tardi venne sopraelevato e coperto a tetto, attualmente utilizzato per mostre ed esposizioni varie.

Indirizzo

Rocca Malatestiana p.le Malatesta 61032 Fano Tel. 0721/887523 (Comune)
Copyright © 2019 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Privacy Policy