Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Palazzo Montani Antaldi

Notizie Storiche

La storia dell’edificio e la sua evoluzione si legano saldamente alle vicende dei suoi proprietari: la famiglia Montani, che ne commissionò la costruzione tra la metà del ’500 e la fine del ’700, epoca cui risale l’assetto attuale; la famiglia Antaldi che lo abitò dal 1808 al 1858 circa, lasciando il proprio nome al palazzo e alla piazza sottostante; le famiglie Meli (1859), Pompucci (1882) e Santini (1947), a cui il palazzo passò in gravi condizioni di fatiscenza, in seguito ai danni riportati nel corso del secondo conflitto bellico e ai diversi usi impropri che dovette subire. Infine, la Cassa di Risparmio di Pesaro ne commissionò un restauro completo nell’arco di tempo compreso fra il 1986 e il 1991. Sotto il profilo artistico, di notevole livello appaiono gli affreschi della scuola del Lazzarini, tuttora conservati nel piano nobile e al secondo piano.

Descrizione e storia dell'edificio

Il palazzo è delimitato dal quadrilatero tra le vie Passeri, Mazza, dell’Arco e piazza Antaldi, area corrispondente ad un isolato un tempo noto come l’"isola dei Montani", famiglia patrizia che lo edificò e vi risiedette fra il XVI e il XIX secolo, attuando acquisti e interventi di ristrutturazione che portarono ad un totale intervento ricostruttivo (1777-1785) elaborato e supervisionato dall’architetto pesarese Tommaso Bicciaglia (1720-1804), allievo del Lazzarini. Fra il 1777 e il 1781 si collocano le pitture murali e le volte affrescate dalla scuola del Lazzarini, tuttora presenti in alcune stanze del piano nobile e del secondo piano. Fra il 1986 e il 1991, il palazzo fu interamente ristrutturato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro e dotato, in tale occasione, di un auditorium costruito sotto il livello del cortile centrale.

Stato attuale

Dopo l'acquisto nel 1983, da parte della Cassa di Risparmio di Pesaro, oggi Banca delle Marche, l'edificio è stato oggetto di un totale intervento di restauro che lo ha reso sede delle funzioni primarie e istituzionali della banca, nonché sede de "Le collezioni d'arte di Palazzo Montani Antaldi a Pesaro"
Nel luglio 2007 é stata inaugurata la biblioteca rossiniana che conta oltre 7000 volumi, trecento metriquadrati di superficie, tre sale di lettura, una di ascolto multimediale, una di lavoro e una di accoglienza.

Finalità

Attualmente sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, l’edificio è anche al centro di un’intensa vita culturale: l’auditorium, con capienza di 200 posti circa, è infatti attrezzato per convegni, conferenze e iniziate varie che si svolgono durante l’anno. La corte interna viene invece utilizzata per diverse manifestazioni estive tra cui i concerti della rassegna "En attendant Rossini" e gli spettacoli del Burattini Opera Festival. Al piano terra, infine, alcuni locali espositivi debitamente attrezzati, denominati Ma,m, ospitano mostre direttamente promosse o solo partecipate dalla fondazione.

Indirizzo

Palazzo Montani Antaldi Via Passeri, 72 61100 Pesaro
Copyright © 2019 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Privacy Policy