Contenuto pagina
Turismo.pesarourbino.it
Provincia di Pesaro e Urbino
Sito in fase di aggiornamento a seguito del riordino delle Province (L. 56/14 e L.R. Marche 13/15)

Villa Caprile

Descrizione e storia dell'edificio

Villa Caprile (veduta)
Villa Caprile (veduta)
Villa Caprile
Villa Caprile

La costruzione risale al1640, anno in cui il marchese Giovanni Mosca decide di edificare una residenza estiva nella tenuta di Caprile, trasformando probabilmente una struttura già esistente. Dell’assetto precedente all’ampliamento settecentesco esiste una testimonianza nel diario di viaggio di monsignor Lancisi inviato nel Ducato di Urbino da papa Clemente XI; il dato interessante che ne emerge è la presenza, già in quella data, dei giochi d’acqua in una forma complessa. Dal 1763 l’edificio è oggetto di significative aggiunte volute dal marchese Carlo Mosca e proseguite dal figlio Francesco; al primo si deve la ricostruzione della cappellina. Sempre nel corso del XVIII sec. fu realizzato il teatrino di verzura (di recente ripristinato), per accogliere giochi di gusto arcadico. Nel 1946sono stati avviati i restauri di tutti gli elementi vegetali, necessari in seguito a danni riportati dall’edificio durante la seconda guerra mondiale. La villa si articola su più livelli terrazzati collegati da scalinate di cui tre occupati da giardini: il primo giardino, che ospita i giochi d’acqua, è all’italiana con la grande vasca ottagonale al centro, la seconda terrazza era occupata dal pomario con piante da frutto. Due scale in pietra conducono al terzo giardino in cui si trovano le essenze aromatiche; dalla vasca ellittica domina la statua di Atlante col globo.

Notizie Storiche

L'edificio, nato come luogo di villeggiatura, ozio e ricevimenti per volere del nobile Giovanni Mosca, da luogo elitario si trasformò in luogo pubblico aperto ai cittadini durante la Rivoluzione francese quando Pesaro faceva parte della repubblica Cisalpina. Nel 1876 divenne sede della Scuola pratica di Agricoltura, che nel 1924 si trasformò in Scuola Agraria Media; oggi accoglie invece l'Istituto Tecnico Agrario. Il giardino botanico della villa è visitabile dal pubblico che viene ancora intrattenuto dai giochi d'acqua di invenzione settecentesca.

Stato attuale

Nato come luogo di villeggiatura, ozio e ricevimenti, da luogo elitario l’edificio si trasforma in luogo pubblico aperto ai cittadini durante la Rivoluzione Francese quandoPesaro faceva parte della Repubblica Cisalpina.Nel 1876 diviene sede della scuola pratica di Agricoltura, che nel 1924 si traforma in Scuola Agraria Media; oggi accoglie infatti l’Istituto Tecnico Agrario "A. Cecchi". La struttura assolve dunque attualmente la duplice funzione di edificio scolastico e di monumento storico-artistico. Fra gli ambienti più deteriorati e bisognosi di recupero della villa è la galleria: luogo fra l’altro di estremo interesse artistico, specie per i pregevoli decori in stucco che ne decorano le pareti.

Indirizzo

Villa Caprilewww.provincia.ps.it/ita.cecchi/ Strada di Caprile 61100 Pesaro Tel. 0721 21440

Orario di apertura

10/6-08/9/2013 15.00-19.00 visite guidate alla Villa e ai giochi d’acqua
il resto dell’anno su richiesta

Costo

Giardini con giochi d'acqua:
€. 4.00 intero
€. 3.00 ridotto (fino a 12 anni)

giardini + villa:
€. 6.00  Intero
€. 4.00 ridotto (fino a 12 anni)

Copyright © 2018 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] - Privacy Policy